Aggiungi un commento | Live in Tunisia

Aggiungi un commento

Vivere in Tunisia con Nidaa Tounes

Vivere in Tunisia con Nidaa Tounes
Vivere in Tunisia con Nidaa Tounes - positivo per i pensionati in Tunisia

Il partito islamico Ennahda perde contro il partito centrista e liberale Nidaa Tounes formato da laici. Si disegna un nuovo futuro per la nazione e per chi vuole vivere in Tunisia.

La vittoria di uno dei due partiti rispetto all'altro era fondamentale per capire verso quale direzione andrà il paese dopo queste elezioni. La scelta non era solo fra forze politiche ma anche fra tradizionalismo e modernismo.

Situazione politica in Tunisia dopo la vittoria di Nidaa Tounes

La Primavera Araba è servita a spodestare la dittatura di Ben Alì ma il governo che si è formato successivamente non era riuscito a cambiare in modo radicale l'assetto politico e sociale del paese anche perché la maggioranza era guidata da un partito tradizionalista e islamico come Ennahda. Di certo si è già lavorato tanto, con il varo di una nuova Costituzione e nuovi diritti per le donne prima e con l'organizzazione di elezioni democratiche poi.

La voglia di cambiamento è molto sentita dal popolo come dimostra la grande affluenza alle urne che ha sfiorato il 70% (alle precedenti elezioni nel 2011 era stata del 52%) e le lunghe file di domenica 26 ottobre. Ora che il partito di ispirazione islamica Ennahda non ha più la maggioranza, saranno i laici di Nidaa Tounes votati democraticamente dal popolo a portare il paese verso nuovi orizzonti e a lavorare duro per sanare le casse dello stato e la disoccupazione giovanile.

Matteo Renzi sulle elezioni in Tunisia

Del messaggio di Barack Obama vi avevamo già parlato. Soddisfatto anche Renzi sullo svolgimento democratico delle operazioni di voto. Il presidente del consiglio italiano è stato a Tunisi come prima tappa delle sue visite internazionali, complimentandosi non solo per l'organizzazione delle nuove elezioni ma anche per la nuova Costituzione.

Vivere in Tunisia adesso per i pensionati provenienti dalle democrazie occidentali sarà ancora più semplice poiché troveranno un clima più che mai democratico. Tuttavia, già durante il governo precedente, i pensionati in Tunisia soddisfatti erano tanti. Leggete le loro testimonianze.

Situazione fiscale per i pensionati con residenza in Tunisia

Gli accordi vigenti fra Italia e Tunisia (come la convenzione contro le doppie imposizioni, importante per determinare la defiscalizzazione della pensione) non risentono in alcun modo di questo periodo di transazione politica. A prescindere dai risultati, infatti, chi vuole godersi la pensione in Tunisia, può effettuare il trasferimento senza problemi e ottenere la nuova residenza secondo le norme già vigenti.

La tassazione pensione residenti estero, infatti, non è strettamente collegata al partito politico che detiene la maggioranza dei consensi. Semmai, il fatto che al potere vi sia un partito laico, dà un'ulteriore garanzia del processo di occidentalizzazione del paese, già in atto da anni.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.