Aggiungi un commento | Live in Tunisia

Aggiungi un commento

Pensione lorda in Tunisia anche per pensionati ex INPDAP

Pensione lorda in Tunisia anche per pensionati ex INPDAP
Evitare la doppia imposizione sulla pensione in Tunisia

Ricevere la pensione al lordo è un diritto dei pensionati residenti in Tunisia, anche per gli ex dipendenti statali (ex INPDAP), Tra Italia e Tunisia infatti è in vigore la convenzione contro la doppia imposizione. Questo implica che le tasse sulla pensione si paghranno solo in Tunisia, paese che offre un consistente sconto sulle tasse prelevate sulle pensioni di fonte estera.

Per essere soggetti alla tassazione della pensione solo in Tunisia, bisogna aver acquisito la residenza fiscale nel Paese ed inoltrare una semplice richiesta al propio ente pensionistico. E questo vale anche per gli ex dipendenti del pubblico impiego (pensionati ex INPDAP).

Sei interessato al trasferimento in Tunisia? Abbiamo realizzato quest'articolo per spiegarti cosa sono le convenzioni contro le doppie imposizioni e come ottenere la residenza in Tunisia e riscuotere la pensione all'estero beneficiando della defiscalizzazione, ovvero dell'esenzione dell'imposizione italiana.

Cos'è la Convenzione contro la doppia imposizione

tassazione pensione

“Le Convenzioni per evitare le doppie imposizioni sono trattati internazionali con i quali i Paesi contraenti regolano l’esercizio della propria potestà impositiva al fine di eliminare le doppie imposizioni sui redditi e/o sul patrimonio dei rispettivi residenti”, così recita il Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Grazie agli accordi internazionali tra Italia e Tunisia, la famosa convenzione contro la doppia imposizione, le pensioni di un cittadino straniero residente in Tunisia sono tassate esclusivamente dalla Tunisia, la quale a sua volta prevede enormi vantaggi per le pensioni di fonte estera: una esenzione totale dall'imposizione sull'80% dell'importo lordo della pensione percepita. In pratica sarà come pagare un'aliquota di circa il 5/6% sul totale lordo della vostra pensione.

La pensione che subisce la tassazione in Tunisia, più che triplica il suo valore, e di conseguenza, il potere d'acquisto. Ecco un esempio pratico di come aumenta il valore del reddito per i pensionati in Tunisia.

Tale convenzione, ispirata al modello di fiscalità internazionale elaborato dall'OCSE, è stata firmata a Tunisi nel 1979 con effetto dal 1981 ed il testo integrale è disponibile sul sito ufficiale del Ministero. In virtù di questa legge, i pensionati sono liberi di trasferirsi in Tunisia, ottenere la residenza fiscale e pagare le tasse allo stato tunisino, con tutti i vantaggi economici che ne conseguono.

Il principale, è di sottrarsi all'alto gettito fiscale obbligatorio per i pensionati italiani, che è attualmente comprensivo di addizionali IRPEF comunali e regionali ed è il più alto d'Europa. Di conseguenza, si potrà vivere sei mesi in Tunisia, pagare una cifra irrisoria di tasse sulla pensione, acquistare beni e servizi di vario genere (da farmaci ad alimentari, dalla benzina alle vacanze) a un prezzo ridotto, grazie al basso costo della vita in Tunisia. Gli altri sei mesi potranno essere trascorsi in Italia, e questo, grazie anche all'estrema vicinanza della Tunisia e dei fitti collegamentei aerei e navali, consente di non tagliare i legami familiari e i rapporti di amicizia.

Molte convenzioni tra Italia e altri paesi esistono già prima del secondo dopo guerra e sono state stipulate con molti paesi proprio per tutelare il lavoratore italiano che emigrava e oggi anche i pensionati emigrati.

Ottenere residenza fiscale dopo il trasferimento in Tunisia

pensionati residenti all'estero possono evitare la doppia tassazione della pensione - posto che nello stato in cui si pone la nuova residenza sia in vigore una convenzione internazionale contro la doppia imposizione con l'Italia.

Per acquisire il permesso di residenza in Tunisia è necessario aprire un conto corrente bancario e farvi accreditare la pensione, oltre che stipulare un contratto di affitto abitativo di durata minima annuale. Successivamente, ottenuto il permesso di residenza, si deve notificare il cambio al comune italiano da cui si proviene tramite iscrizione all'AIRE (Anagrafe Italiani Residenti Estero). Per informazioni su che cos'è l'AIRE clicca qui.

Pensioni Inps e Pensioni ex Inpdap all'estero

convenzioni contro le doppie imposizioni defiscalizzazione pensione in tunisia

Ottenuta la nuova residenza il passo successivo è chiedere all'INPS di riscuotere la pensione all'estero, ovvero in Tunisia, su apposito conto corrente. Tutti i passaggi burocratici fondamentali e gli enti coinvolti in questa fase sono indicati in quest'articolo sui pensionati INPDAP. Ricordiamo che il procedimento indicato nel già citato articolo, ha valenza sia per le pensioni ex INPDAP che per le pensioni INPS.

Pensione all'estero e defiscalizzazione della pensione

Assistenza sanitaria in Tunisia

La defiscalizzazione della pensione è la diretta conseguenza delle convenzioni contro le doppie imposizioni. Una volta comunicato all'INPS la residenza fiscale estera, la pensione netta pagata sarà pari a quella lorda, senza alcuna trattenuta.

Infatti si potrà percepire l'intera pensione lorda in Tunisia, essere tassati secondo le norme previste per i pensionati italiani emigrati ed essere quindi esentati dal pagamento delle imposte sul reddito (IRPEF) allo stato italiano. Questo processo di detassazione della pensione combinato con il cambio Euro/Dinaro estremamente favorevole e il basso costo della vita in Tunisia, contribuisce ad elevare il valore della pensione stessa e a percepire quindi un reddito più alto, sia in senso assoluto, sia in relazione ai costi da sostenere in Tunisia.

Più la pensione percepita è importante, mggiore è la convenienza ad effettuare un trasferimento di residenza in Tunisia. Infatti una pensione di 16.000 EUR pagherà circa 500 EUR di tasse (il 3%) e una di 90.000 ne pagherà circa 5.000 (5,5%).

Assistenza sanitaria dopo il cambio di residenza fiscale

Uno degli argomenti a cui si pensa quando si parla di imposizione fiscale e residenza, è il sistema sanitario tunisino e come questo si comporti nei confronti dei pensionati italiani emigrati in Tunisia.

Vi indirizziamo per un'approfondimento a questa pagina in cui è stato già affrontato l'argomento copertura sanitaria.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.