Mahdia | Live in Tunisia

Mahdia

Mahdia

Mahdia è una delle poche città della costa centrale della Tunisia che si è salvata dall'invasione del turismo di massa. È una località piacevole e rilassante, fondata nel 916 d.C. e situata su una piccola penisola circa 200 km a sudest di Tunisi. La principale attrattiva della città è la sua incantevole e antica medina già presente quando, nel corso del XIV secolo, il famoso storico Ibn Khaldoun definì Mahdia la città più ricca della costa di Barberia.
Una passeggiata per la medina richiede circa 2 ore, ma la durata varierà a seconda delle soste che effettuerete nei vari negozi e caffè. La Skifa el-Kahla, l'imponente porta di ingresso fortificata della medina, è l'unica struttura che rimane della città originale e offre uno stupendo panorama dalla sua sommità. Si apre sulla stretta via principale di ciottoli della medina, Rue Ali Bey, dove in passato si trovava il souq e dove oggi si susseguono le varie bancherelle per turisti. Percorretela verso est fino a Place du Caire e vi troverete in una deliziosa piazzetta cosparsa di alberi ombrosi, pergolati e caffè. L'ornato portale di ingresso e il minareto ottagonale sul lato meridionale appartengono alla Moschea di Mustapha Hamza, costruita nel 1772, quando la piazza costituiva il centro del quartiere turco della città.
Proseguendo verso est sulla Rue Ali Bey, si incontra la Grande moschea. Si tratta di una copia realizzata nel 1965 dell'originale del 921 d.C. distrutto dalle truppe spagnole nel 1554. Le persone di fede non musulmana possono accedere unicamente al cortile, fuori degli orari di preghiera. Nelle vicinanze, è possibile vedere il piccolo minareto della Moschea di Slimane Hamza e, continuando verso est, Borj el-Kebir, una grande fortezza del XVI secolo posta sul punto più elevato della penisola. Al di là del forte, accanto ai resti del vecchio porto, vi sono un cimitero e un faro.